Baite e Chalet sul Lago Tovel

Una delle attrazioni turistiche più rinomate del Trentino Alto Adige è sicuramente questo peculiare specchio d’acqua di origine glaciale. Le baite e gli chalet sul Lago Tovel, ospitano ogni anno migliaia di villeggianti che restano affascinati dalle bellezze paesaggistiche che questa zona lacustre è in grado di offrire.

 

Gli chalet sul Lago Tovel: gioiello fra le Alpi

Le strutture come chalet e baite che sorgono intorno al Lago Tovel sono i luoghi ideali per chi desidera esplorare il lago alpino ed i dintorni che ne caratterizzano la conformazione. Questo particolare bacino idrico è infatti uno dei pochi naturali presenti in Trentino, e la valle che lo circonda è stata scavata alla fine dell’ ultima glaciazione da un imponente ghiacciaio.

Lo specchio d’acqua in superficie è solo la punta di un iceberg fatto di falde acquifere, tunnel sotterranei e sorgenti, che nei secoli hanno modellato la roccia fino a dar vita allo spettacolo naturale che oggi possiamo ammirare.

 

Le baite sul Lago Tovel: fra folklore e storia

Mettendo da parte per un attimo i meravigliosi scorci che si possono ammirare in questo luogo, uno dei motivi che spinge molti curiosi a scegliere di alloggiare nelle baite e negli chalet sul Lago Tovel, è l’ alone di leggenda che aleggia su questo bacino.

Fino al 1964 infatti, a cadenza regolare, si verificava un fenomeno per il quale le acque del lago si tingevano di rosso, alimentando così l’ immaginario popolare, facendogli addirittura guadagnare il nomignolo di Lago Rosso. Naturalmente a distanza di secoli si è scoperto che a causare questo arrossamento non erano altro che delle alghe, che proprio nei periodi estivi sbocciavano dando all’acqua quel peculiare colore ma le popolazioni locali preferiscono credere ad un’altra storia.

Si narra infatti che in tempi antichi, una principessa bellissima, desiderata da molti, abbia rifiutato un re ostile che l’ aveva chiesta in moglie. Quest’ ultimo, sopraffatto dall’ ira, per vendicarsi decise di invaderne il regno, ma la principessa ed il suo popolo offrirono una strenua resistenza; alla fine della battaglia, avvenuta proprio sulle rive del Lago Tovel, si dice che le sue acque fossero rosse per il sangue versato dagli eroi che vi persero la vita.